home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Aree urbane: misure di moderazione per la sicurezza stradale

Aree urbane: misure di moderazione per la sicurezza stradale

di Roberto ARDITI - SINA

A seguito della risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite A/70/L.44 del 15 aprile 2016 sul miglioramento della sicurezza stradale a livello globale, il 12 maggio 2016 ha avuto luogo il workshop “Mobilità sostenibile – Gli effetti del Traffic calming” presso l”Istituto Superiore di Sanità (ISS). L’evento nasce nell’ambito dell’esperienza dell’ISS nel campo del controllo e della prevenzione degli incidenti e della violenza e delle priorità stabilite dalla raccomandazione del Consiglio Europeo del 31 Maggio 2007 sulla prevenzione delle lesioni e la promozione della sicurezza tra cui, in particolare delle fasce più vulnerabili della popolazione. Seguendo questo collegamento si può vedere il programma e le relazioni del seminario.
Lo scopo dell’evento è stato quello di dare applicazione alla succitata raccomandazione europea – con particolare riferimento alla sicurezza dei gruppi vulnerabili e alla prevenzione dell’incidentalità stradale – mediante la valutazione d’impatto dei modelli di mobilità sostenibile sullo stato di salute della popolazione, lo sviluppo e lo scambio di buone prassi, la diffusione di appropriate informazioni sul tema.

633 ISS traffic calming

Gli interventi di moderazione del traffico rappresentano un utile strumento di adeguamento delle strade esistenti, tipicamente in area urbana. Normalmente si tratta di misure abbastanza economiche se paragonati a soluzioni radicali, quali modifiche della geometria delle strade di vecchia concezione. Inoltre in ambito urbano, dove la complessità dell’ambiente rende impopolari interventi di natura invasiva, sono possibili soluzioni esteticamente gradevoli: richiesta che le tecniche di moderazione del traffico possono soddisfare. L’Institute of Trasportation Engineers (ITE) definisce così la moderazione del traffico: “La moderazione del traffico comporta modifiche della geometria stradale, l’installazione di barriere o altri ostacoli fisici allo scopo di ridurre le velocità e i flussi di traffico, nell’interesse della sicurezza stradale, della vivibilità e di altri pubblici interessi”.

Ultimi articoli

28 novembre 2022

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

L questo ha dimensione standard orem ips solo bold um dolor sit amet, conse solo sottolineato ctetur adipiscing elit, sed… Leggi >>

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

‘Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l’abbattimento di case (grassetto prima e sottolineato dopo) abusive, soprattutto quelle… Leggi >>

Prova editor classico 02

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

Prova Gutemberg 01

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

“Se ci imbattiamo in un incidente”: la Polizia di Stato ed Autostradafacendo sostengono l’iniziativa di Fraternità della Strada – Mondo X

31/08/2020
di Simonetta Sanasi - SINA

La locandina “Come comportarsi se ci imbattiamo in un incidente”, così ben curata graficamente da Gigi Vitale e Barbara Raffelli… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>