home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Strisce pedonali … ed i bambini ci hanno ringraziato

Strisce pedonali … ed i bambini ci hanno ringraziato

di Giovanni Mistrangelo e Rita Sorianello – Polizia Stradale di Torino

Quando siamo su strada, specialmente se in compagnia dei bambini, il rispetto delle regole del buon senso, ancora prima di quelle del codice della strada non solo ci evitano dei rischi ma ci aiutano a comunicare ai più piccoli i comportamenti corretti da tenere. L’obiettivo è semplice: la serenità e la sicurezza negli spostamenti.
I comportamenti irrazionali, spesso compiuti con superficialità e disattenzione, sono causa di conseguenze irreparabili che mai avremmo voluto provocare. Chi vorrebbe rischiare una situazione grave (vedi ad esempio questo caso) pur di passare davanti ad un pedone che accenna l’attraversamento … sia pur anche fuori delle strisce?

nonperdiamodivistastriscepedonali
Ai bambini bisogna far comprendere, anche con il nostro esempio, che quando sono pedoni sono vulnerabili e pertanto è richiesto loro una maggiore attenzione per essere sempre visibili rispetto ai conducenti dei veicoli in transito.
Attraversare sulle strisce osservando i comportamenti dei conducenti che sopraggiungono per valutare che si siano effettivamente resi conto della nostra presenza durante l’attraversamento, sono misure di auto-protezione a prescindere dal rispetto di una norma legge che comunque va rispettata. Guarda il video facendo click sull’immagine qui sopra.
Molti investimenti sono riconducibili al mancato avvistamento da parte dei conducenti dei pedoni che si accingono ad attraversare la strada sbucando all’improvviso da dietro a degli ostacoli posti lungo il margine della carreggiata: siepi, alberi, strutture murarie, veicoli in sosta, autobus in fermata per la discesa dei passeggeri …
Facciamoci vedere !!! … e una volta iniziato l’attraversamento non indugiamo nei movimenti, cosa questa che potrebbe confondere il conducente di un veicolo che sta sopraggiungendo e soprattutto non fermiamoci in mezzo la strada e non mettiamoci a correre con il rischio d’inciampare e cadere a terra.   
Anche Autostradafacendo ha ricordato in varie occasioni l’importanza della sicurezza degli utenti deboli e dei bambini, come è possibile vedere anche dal gioco della sicurezza stradale e dal nuovo album da disegno.
Consigliamo di far vedere ai bambini la pillola di sicurezza che abbiamo realizzato insieme ad Autostradafacendo e a tanti bambini torinesi.
Attraverso questo e quest’altro collegamento puoi vedere articoli su altri temi realizzati sempre lo scorso 5 giugno in occasione di una giornata di gioco e cultura, organizzata dal Museo dell’Ambiente di Torino.

Ultimi articoli

28 novembre 2022

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

L questo ha dimensione standard orem ips solo bold um dolor sit amet, conse solo sottolineato ctetur adipiscing elit, sed… Leggi >>

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

‘Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l’abbattimento di case (grassetto prima e sottolineato dopo) abusive, soprattutto quelle… Leggi >>

Prova editor classico 02

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

Prova Gutemberg 01

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

“Se ci imbattiamo in un incidente”: la Polizia di Stato ed Autostradafacendo sostengono l’iniziativa di Fraternità della Strada – Mondo X

31/08/2020
di Simonetta Sanasi - SINA

La locandina “Come comportarsi se ci imbattiamo in un incidente”, così ben curata graficamente da Gigi Vitale e Barbara Raffelli… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>