home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Quale sarà la mobilità del futuro? A Torino l’incontro Europeo in preparazione di una guida ad elevata automazione in autostrada

Quale sarà la mobilità del futuro? A Torino l’incontro Europeo in preparazione di una guida ad elevata automazione in autostrada

di Claudio Gombi - SINA

Presso la sede torinese di ASTM (gruppo Gavio) i primi due giorni di ottobre 2019 si sono incontrati 40 esperti da 14 Paesi in rappresentanza delle principali amministrazioni europee, degli operatori autostradali e della Commissione Europea.

808. Torino Incontro europeo guida automatizzata

Organizzato su iniziativa dell’European ITS Platform il workshop ha affrontato il tema dell’“Highly Automated Driving: an exploration of benefits, costs and ODD in Europe” con lo scopo di individuare gli sviluppi necessari al fine di preparare la grande viabilità europea in vista di una mobilità sempre più automatizzata e di valutare le opportunità che l’automazione può portare.

L’evento ha potuto beneficiare della presenza di importanti attori che operano nel settore, a vari livelli istituzionali e operativi.

A rappresentare la Commissione Europea è intervenuto Tom Alkim che ha presentato le principali politiche comunitarie nello specifico ambito tecnologico. Risto Kulmala, dell’ Agenzia finlandese dei Trasporti ha illustrato il punto di vista degli operatori stradali, portando anche l’esperienza della Conferenza europea dei direttori delle Strade. La prima giornata di workshop è stata aperta da Angelo Rossini, amministratore delegato della Società per le Autostrade Valdostane e da Roberto Arditi di SINA (gruppo Gavio) ed è stata moderata da Maarten Amelink, in rappresentanza del Ministero Olandese delle Infrastrutture e Gestione delle acque (RWS). Era presente anche il Centro Ricerche FIAT, con Luisa Andreone, in rappresentanza del consorzio internazionale produttori di veicoli L3Pilot. Sul tema del trasporto merci ha coordinato il dibattito il rappresentante dell’Amministrazione Svedese dei Trasporti, Magnus Hjalmdahl.

La seconda giornata ha sviluppato il tema dei costi/benefici della mobilità automatizzata.
Come già accennato, l’incontro è stato organizzato dalla European ITS Platform ovvero la piattaforma europea delle autorità e degli operatori stradali nata con lo scopo di favorire l’armonizzazione dei sistemi intelligenti di trasporto in Europa. L’iniziativa è coordinata dal Ministero italiano delle Infrastrutture e dei Trasporti e il consorzio internazionale ha affidato a SINA il coordinamento del progetto.

L’evento è stato oggetto di un articolo pubblicato sulla rivista “Strade e Autostrade” che è possibile scaricare da questo link.

Ultimi articoli

28 novembre 2022

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

L questo ha dimensione standard orem ips solo bold um dolor sit amet, conse solo sottolineato ctetur adipiscing elit, sed… Leggi >>

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

‘Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l’abbattimento di case (grassetto prima e sottolineato dopo) abusive, soprattutto quelle… Leggi >>

Prova editor classico 02

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

Prova Gutemberg 01

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

“Se ci imbattiamo in un incidente”: la Polizia di Stato ed Autostradafacendo sostengono l’iniziativa di Fraternità della Strada – Mondo X

31/08/2020
di Simonetta Sanasi - SINA

La locandina “Come comportarsi se ci imbattiamo in un incidente”, così ben curata graficamente da Gigi Vitale e Barbara Raffelli… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>