home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Sicurezza dei pedoni: ecco il manuale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

Sicurezza dei pedoni: ecco il manuale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità

di Cristina Germani – SINA

Ogni anno più di 270,000 pedoni muoiono sulle strade. Globalmente i pedoni rappresentano il 22% delle morti su strada; in alcune nazioni questa proporzione raggiunge addirittura i due terzi di tutte le morti dovute ad incidenti stradali. In Italia, secondo il rapporto ACI-ISTAT 2012, le vittime sono i pedoni nel 15,1% dei casi. Inoltre milioni e milioni di pedoni, anche se non rimangono uccisi negli scontri, restano comunque invalidi in modo permanente. Una soluzione generale al problema della sicurezza stradale, passa anche dalla capacità di far fronte alla sicurezza dei pedoni, che rappresenta una componente importante delle lesioni dovute alla circolazione stradale.

UN MANUALE PER LA SICUREZZA

I rischi nei quali incorrono i pedoni sono ben documentati e correlati anche a diversi fattori quali la guida in stato di ebbrezza, l’alta velocità dei guidatori, la mancanza di adeguate infrastrutture pedonali quali marciapiedi, incroci sopraelevati o di aiole spartitraffico.

Per informare e sensibilizzare un pubblico multidisciplinare (ingegneri, progettisti, professionisti della salute pubblica ed educatori) l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS/WHO) ha realizzato un manuale in lingua inglese. Lo scopo del manuale è quello di contribuire al rafforzamento nazionale e locale delle misure di sicurezza dei pedoni su scala mondiale. Il manuale dell’OMS fornisce al lettore le informazioni necessarie relative all’importanza della morte o lesione del pedone, i fattori rischio, come valutare la situazione di sicurezza dei pedoni in una nazione, di un’area e quindi prevedere un piano d’azione a tal riguardo ed infine come selezionare, progettare implementare e valutare interventi efficaci. Il manuale enfatizza anche l’importanza di un approccio che preveda la parte d’ingegneria e l’educazione oltre che rivolgere l’attenzione in merito ai vantaggi del camminare come mezzo di trasporto salutare ed ecocompatibile.

Ultimi articoli

28 novembre 2022

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

L questo ha dimensione standard orem ips solo bold um dolor sit amet, conse solo sottolineato ctetur adipiscing elit, sed… Leggi >>

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

‘Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l’abbattimento di case (grassetto prima e sottolineato dopo) abusive, soprattutto quelle… Leggi >>

Prova editor classico 02

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

Prova Gutemberg 01

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

“Se ci imbattiamo in un incidente”: la Polizia di Stato ed Autostradafacendo sostengono l’iniziativa di Fraternità della Strada – Mondo X

31/08/2020
di Simonetta Sanasi - SINA

La locandina “Come comportarsi se ci imbattiamo in un incidente”, così ben curata graficamente da Gigi Vitale e Barbara Raffelli… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>