home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Qui comincia l’avventura … leStrade racconta la campagna sicurezza

Qui comincia l’avventura … leStrade racconta la campagna sicurezza

di Lucia Saronni, leStrade

Da un bel po’ di mesi Edoardo Svelto, Emanuele Giusto, Pierina Azzarda e tutti gli altri personaggi della campagna “Mettiti alla guida della tua vita. Scegli un comportamento responsabile!” popolano le pagine di leStrade, nonché il sito Internet della testata e una newsletter inviata via email che mensilmente informa i lettori sulle principali novità del numero. Fogli di carta e canali elettronici dunque, anche nel caso del mensile di riferimento del settore delle infrastrutture, si stanno rivelando due veicoli fondamentali per contribuire alla massima diffusione di una campagna di cui, nel numero della rivista di imminente pubblicazione (leStrade giugno 2012), abbiamo ritenuto opportuno fornire ai nostri lettori un ampio aggiornamento, alla luce delle sue indubbie peculiarità e anche del fatto che La Fiaccola, editore di leStrade, è direttamente coinvolta nel progetto in quanto partner per l’impostazione e la cura grafico-editoriale dei prodotti a stampa dell’iniziativa.

Avventura LaFiaccola

La campagna di www.autostradafacendo.it si basa su un’idea antica e allo stesso tempo innovativa: popolare una serie di tavole a fumetti con personaggi fortemente caratterizzati che, con le loro gesta, comunicano chiaramente cosa si deve fare (o non fare) quando ci si trova nell’ambiente-strada. Eroi e antieroi, insomma, come nella migliore tradizione fumettistica italiana nata da quell’illustrazione tardo-ottocentesca originale per sua stessa natura: agli albori della cultura seriale di massa era l’immagine stessa ad esserlo, traducendosi così in un veicolo moderno e ideale per far arrivare a destinazione i messaggi. Quello sulla sicurezza di ASTM-SIAS si inserisce in una lunga vicenda di educational per immagini non paludato e la sa innovare grazie essenzialmente a due fattori tipici della nostra epoca: l’utilizzo dei new media da un lato e la capacità di fare networking dall’altro. La campagna, infatti, nasce nelle 43 vignette e subito balza sul web (da You Tube ai pop-up diffusi sui siti dei partner). Sul versante “social”, invece, la novità sta proprio nell’aver saputo raccogliere intorno al progetto una lunga serie di supporter istituzionali e industriali, peraltro in continua crescita. Tutti fortemente motivati a dare il proprio contributo in termini di storie, idee, iniziative, best practice. L’obiettivo finale? Sempre lo stesso: fare squadra con gli utenti della strada per diffondere il più possibile la cultura della correttezza al volante.

Sul numero 1478 di leStrade (giugno 2012) è in pubblicazione un articolo di presentazione della campagna ai lettori. Leggi l’articolo e vai alla pagina di www.autostradafacendo.it riservata alle pubblicazioni di leStrade.

Ultimi articoli

28 novembre 2022

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

L questo ha dimensione standard orem ips solo bold um dolor sit amet, conse solo sottolineato ctetur adipiscing elit, sed… Leggi >>

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

‘Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l’abbattimento di case (grassetto prima e sottolineato dopo) abusive, soprattutto quelle… Leggi >>

Prova editor classico 02

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

Prova Gutemberg 01

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

“Se ci imbattiamo in un incidente”: la Polizia di Stato ed Autostradafacendo sostengono l’iniziativa di Fraternità della Strada – Mondo X

31/08/2020
di Simonetta Sanasi - SINA

La locandina “Come comportarsi se ci imbattiamo in un incidente”, così ben curata graficamente da Gigi Vitale e Barbara Raffelli… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>