home > La sicurezza stradale>Esercizio e tecnologie > Sicurezza stradale verso il 2020: una priorità europea

Sicurezza stradale verso il 2020: una priorità europea

di Dardo Srl, Engineering, Training & Consulting

Gli incidenti stradali in Italia, sebbene abbiano registrato negli ultimi anni una notevole riduzione, passando dagli oltre settemila decessi del 2002 ai poco più di quattromila del 2010, continuano a rappresentare una emergenza sociale ed economica del nostro Paese, come d’altronde in ogni altro Paese del Mondo.
Il nuovo libro Bianco dei Trasporti punta a raggiungere quota “zero” incidenti stradali entro il 2050. Una vera “mission impossible”. Con una tappa intermedia, fissata al 2020, in cui raggiungere un dimezzamento dell’attuale numero di decessi, che per l’Italia significa passare da 4000 morti/anno a 2000.
Le misure ipotizzate per ottenere un risultato così ambizioso sono articolate in una serie di iniziative che partono dal concetto di armonizzazione delle tecnologie esistenti sul territorio comunitario per andare verso lo sviluppo di una strategia comune che dovrà focalizzarsi sulla formazione e sulla educazione alla sicurezza stradale, promuovendo il rispetto delle regole, l’uso dei dispositivi di sicurezza, senza mai trascurare gli utenti deboli della strada: i pedoni, i ciclisti e i motociclisti.

La sicurezza stradale è un aspetto inevitabile del trasporto sostenibile che oggi costa ancora troppo alla nostra società, sia in termini di vite umane (i più colpiti, purtroppo, sono ancora i giovani) sia in termini di risorse meramente economiche.
Per questi motivi, il 20 giugno è previsto a Taranto un convegno che vuole mettere in luce quali sono le attuali tecnologie, le esperienze, le misure e le politiche al servizio di una maggiore sicurezza stradale.
Se da un lato sono state implementate misure e politiche significative che vanno verso una maggiore sicurezza sulle strade (maggiore prevenzione, maggior numero di controlli su strada, regole più severe per i comportamenti a maggior rischio, ecc.), dall’altro resta ancora molto da fare per la protezione degli utenti più deboli, per la limitazione e il controllo delle velocità massime in zona urbana, per il controllo su alcol e droghe, per un uso più generalizzato delle cinture di sicurezza.
Il convegno è stato ideato per partire dal Libro Bianco sulla politica Europea dei trasporti e per fare un nuovo punto sulle tecnologie e sulle misure per raggiungere gli obiettivi auspicati dalla Commissione Europea. Si cercherà inoltre di evidenziare le possibili strade per canalizzare i fondi che l’UE mette a disposizione per innalzare il livello di sicurezza sulle strade dei Paesi membri. Risorse che se ben utilizzate, specialmente in questo periodo di pseudo-recessione, potranno costituire non solo un utilissimo canale per ridurre il numero di morti e feriti, ma soprattutto per innescare un processo di riqualificazione dell’area mediterranea che, se opportunamente stimolato, racchiude in sé enormi potenzialità di crescita.
Altri importanti temi sui quali verterà il convegno:

  • guida sicura avanzata
  • revisione dei veicoli stradali
  • la formazione dei conducenti
  • nuovi strumenti per il controllo delle infrazioni
  • strumenti per i controlli su strada (alcol e droghe)
  • sicurezza delle infrastrutture stradali e direttiva 2008/96/CE
  • idoneità psico-fisica alla guida e linee guida per le CML (Commissioni Mediche Locali)

Leggi la bozza di programma del convegno.
Per ulteriori informazioni segui questi link: www.dardoweb.it oppure www.clickutility.it 

Ultimi articoli

28 novembre 2022

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

L questo ha dimensione standard orem ips solo bold um dolor sit amet, conse solo sottolineato ctetur adipiscing elit, sed… Leggi >>

28/11/2022
di antonio.antonelli@gmail.com

‘Sulla necessità di procedere alla firma di ordinanze per l’abbattimento di case (grassetto prima e sottolineato dopo) abusive, soprattutto quelle… Leggi >>

Prova editor classico 02

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

Prova Gutemberg 01

25/11/2022
di claudio.gombi@sina.co.it

SINA, in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri di Milano, invita alla formazione aziendale (Formazione a distanza sincrona) organizzata attraverso due… Leggi >>

“Se ci imbattiamo in un incidente”: la Polizia di Stato ed Autostradafacendo sostengono l’iniziativa di Fraternità della Strada – Mondo X

31/08/2020
di Simonetta Sanasi - SINA

La locandina “Come comportarsi se ci imbattiamo in un incidente”, così ben curata graficamente da Gigi Vitale e Barbara Raffelli… Leggi >>

Sommario

Vedi tutti gli articoli >>